Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

11/01/1976 - Contro il Como l'ultima perla di Rombo di Tuono

La dodicesima giornata della stagione della retrocessione

Condividi su:

Stagione 1975/1976. Il Cagliari sta vivendo la sua ultima stagione in A da quando, undici anni prima, l'aveva conquistata per la prima volta. Questa è la stagione che chiude il ciclo del glorioso Cagliari, quello degli anni dello scudetto.

La stagione precedente si era conclusa con un decimo posto in campionato e l'avvicendamento tra Chiappella e Radice in panchina. In questa, che si è aperta con Luis Suárez al timone, c'è già stata una modifica: al posto dell'allenatore spagnolo, infatti, dalla nona giornata arriva sulla panchina rossoblù Mario Tiddia.

Anche la rosa è stata modificata profondamente: ben nove giocatori hanno abbandonato la Sardegna (le partenze più importanti sono quelle di Poli,che si è ritirato, Mancin e Gori) e ben undici ne sono entrati a far parte (tra cui Bugnera, al ritorno dopo l'esperienza a Bologna, Lamagni e Longobucco).

In Coppa Italia i rossoblù non sono andati oltre il primo turno, disputatosi tra il 27 agosto e il 21 settembre: il Cagliari, inserito nel girone 7, poi vinto dal Verona, affronta il Torino, il Catania, il Novara e gli stessi veneti, ma non va oltre il quarto posto finale nel girone.

In campionato non va meglio: siamo alla dodicesima giornata e i rossoblù sono all'ultimo posto a 3 punti, frutto di 3 pareggi (con la Roma, l'Ascoli e il Perugia) e ben 8 sconfitte (contro l'Inter, la Juventus, il Napoli, il Bologna, la Sampdoria, il Cesena, la Lazio e il Verona). I gol fatti sono solo 6 e quelli incassati 17. Delle squadre di serie A, finora, il Cagliari è l'unico a non aver ancora vinto una partita.

La giornata di oggi prevede uno scontro diretto: al Sant'Elia, infatti, è atteso il Como di Paolo Rossi (allora diciannovenne) che, però, non se la passa bene, al pari dei sardi. I lombardi sono penultimi a sei punti.

Basta un gol di Gigi Riva per conquistare i primi due punti della stagione e mettere fine alla gestione Cancian sulla panchina comasca (verrà sostituito da Osvaldo Bagnoli) ma, al termine di questa stagione, il destino delle due squadre sarà lo stesso, cioè la retrocessione.

E, forse, il fatto che Rombo di Tuono abbia segnato il suo ultimo gol con la maglia rossoblù proprio in questa partita è davvero significativo: si è proprio chiuso un ciclo. 

Ecco le formazioni:

CAGLIARI: Copparoni, Niccolai, Mantovani, Roffi, Lamagni, Butti, Gregori, Quagliozzi, Viola, Riva, Marchesi (75' Nenè). - All. Tiddia.

COMO: Rigamonti, Fontolan, Boldini, Mutti, Melgrati, Garbarini, Correnti, Pozzato, Iachini (72' Scanziani), Guidetti, Rossi. - All- Cancian

ARBITRO: Gialluisi di Barletta 

RETI: 66' Gigi Riva

 

Condividi su:

Seguici su Facebook