Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Alla fine del grande ciclo: ecco la Juventus di Pirlo

Conosciamo meglio i prossimi avversari del Cagliari

Condividi su:

Il gigante è stordito ma non è ancora a terra. È il decadentista destino della Juventus di Pirlo, freschissima di eliminazione dalla Champions League per mano del Porto. I bianconeri stanno vivendo, probabilmente, il loro momento più difficile dall'inizio del grande ciclo di vittorie, e arriveranno al match di domani (ore 18) con lo spirito dell'ultima spiaggia. Sfumata la Coppa dalle grandi orecchie, il campionato (insieme con la Coppa Italia) resta l'unico appiglio per salvare una stagione. Ma l'Inter sembra davvero lontanissima, ed ecco che per la Juventus sarà davvero complesso trovare le motivazioni adeguate.

Rispetto all'undici di martedì, è probabile che Pirlo vari un robusto turnover, anche considerando la stanchezza accumulata nella maratona di un match concluso solo ai tempi supplementari. In porta Buffon potrebbe rilevare Szczesny, ma anche negli altri reparti sono previste diverse novità. Inevitabilmente agirà da titolare Danilo, uno dei più positivi di questa sfortunata stagione, squalificato in Champions e dunque più riposato. Al centro della difesa potrebbe toccare a De Ligt e Chiellini, con Bonucci (recuperato in extremis per martedì) che potrebbe rifiatare.

Probabile l'impiego di Bernardeschi da esterno sinistro basso, in una inusuale posizione in cui si sta disimpegnando con successo nelle ultime uscite. A centrocampo, difficile rivedete Arthur dal primo minuto: il brasiliano avrebbe dovuto giocare un tempo o poco più contro il Porto, ma le difficoltà della partita lo hanno costretto agli straordinari, vedendolo in campo per tutta la gara.

Ecco che stavolta potrebbe toccare a McKennie con un Rabiot in splendida forma (reduce da due gol consecutivi). È bagarre per le fasce: i titolari sono Cuadrado e Chiesa, ma qualora il colombiano non potesse rispondere presente, il figlio d'arte ex Fiorentina prenderebbe il suo posto sulla destra, con Ramsey sulla corsia opposta.

Chiesa è decisamente l'uomo più in forma della Juventus, sta crescendo tantissimo e si candida ad essere il pericolo numero uno per la difesa rossoblù. In attacco Kulusevski insidia Morata per affiancare un Ronaldo ai minimi storici. Ma pur sempre Ronaldo.

Probabile formazione (4-4-2): Buffon; Danilo, de Ligt, Chiellini, Bernardeschi; Cuadrado, McKennie, Rabiot, Chiesa; Kulusevski, Ronaldo. All.Pirlo

Condividi su:

Seguici su Facebook