Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La rapida involuzione dei ducali: ecco il Parma di D'Aversa

Conosciamo meglio i prossimi avversari del Cagliari

Condividi su:

Smonti un pezzo e crolla il puzzle. Sembra essere la parabola del Parma, passata da squadra di prima fascia a vicecandidata principale alla retrocessione. E a guardare l'organico, effettivamente, i gialloblù non sono poi così diversi dall'anno scorso, ma con una sola, piccola ma grande differenza: Dejan Kulusevski. L'asso svedese (quest'anno più ombre che luci alla Juventus) ha lasciato Parma alla fine dello scorso campionato, quando aveva conquistato gli addetti ai lavori con una stagione di livello assoluto, tale da convincere i bianconeri a investire 44 milioni per portarlo a Vinovo. 
La sua partenza è stata, però, solo uno dei fattori che fanno - di fatto - ridimensionato il Parma. Innanzitutto, gli emiliani avevano già di per sé una rosa piuttosto stagionatella che, anno dopo anno, sta presentando il conto dell'età. Pensiamo soprattutto a Gervinho, trascinatore degli ultimi anni, ma oggi alla soglia delle 34 primavere ed oggettivamente non più in grado di offrire quegli scatti micidiali che lo avevano reso uno dei giocatori più immarcabili del campionato. 
Calo fisiologico dunque? Sicuramente, ma anche frutto di scelte un po' troppo frettolose. Nel 2020, infatti, il Parma ha cambiato proprietà, passando nelle mani dell'americano Kyle Krause. Ricco, grande appassionato di calcio e, soprattutto, del calcio d'attacco. Motivo per cui, dal momento del suo insediamento, lo statunitense pensò bene di porre fine al ciclo contropiedista del Parma di D'Aversa, per affidarsi allo spregiudicato Liverani (retrocesso col Lecce ma con onore). Inutile ricordare che l'impatto fu pessimo, con un Parma condannato ai bassifondi della classifica e costretto a richiamare a casa proprio D'Aversa. Ora, non è detto che senza il (doppio) cambio in panchina il tecnico avrebbe ottenuto risultati migliori, ma ad oggi appare perlomeno possibile. Fatto sta che oggi il Parma ha due punti in meno del Cagliari, con una salvezza che sembra lontana anni luce. Sicuramente il match del Sardegna Arena sarà decisiva. Condanna o lumicino, sarà un po' per tutti così.

Probabile formazione (4-3-3): Sepe; Grassi, Osorio, Bani, Busi; Kucka, Brugman, Kurtic; Man, Pelle, Gervinho. All.D'Aversa

Condividi su:

Seguici su Facebook