Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Lyko-sprint, Cragno c’è. Cholito forza 4! Le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari, che pareggia 1-1 a Bologna

Condividi su:

Cragno: 6.5. Si mette in mostra per un’ottima parata coi piedi su Palacio e per bloccare bene un cross di quest’ultimo. Incolpevole sul vantaggio di Barrow, sul quale effettua un grande intervento nel secondo tempo. Chiude anche da top player su Orsolini, però in fuorigioco.

Walukiewicz: 5.5. Leggermente in ritardo in marcatura su Palacio e su Barrow, che per poco non trovano la rete. Bravo nel primo tempo in impostazione. Esce per infortunio (Dal 65’ Pisacane: 6. Schierato non ancora al meglio, è attento nelle chiusure).

Ceppitelli: 6. La sua partita dura appena 21 minuti. Gestisce bene la situazione fino a quando viene costretto ad uscire per infortunio muscolare (Dal 24’ Lykogiannis: 7. Sprinta alla grande lungo la corsia sinistra e genera l’azione che porta al pareggio di Simeone. Bravo a fare spesso la diagonale per sventare le minacce avversarie).

Carboni: 6.5. Sorpreso da una bella finta di Soriano e costretto ad atterrarlo, rimedia il giallo per un fallo su Palacio. In difficoltà iniziale sull’argentino, che marca talvolta troppo distante, prende le misure ed è fondamentale nell’intervento di testa sempre su quest’ultimo, pronto a colpire. Cresce lungo l’intera partita.

Mattiello: 6.5. Qualche imprecisione di troppo, compreso un retropassaggio alto che mette in difficoltà i compagni di squadra, è tuttavia bravissimo in un recupero su Soriano, mentre è sfortunato nel rimpallo che favorisce Barrow in occasione del vantaggio del Bologna.

Rog: 6.5. Quando cambia ritmo è difficile da frenare. Crea una pericolosa azione mettendo un pallone troppo forte per Simeone che per poco non interviene.

Nandez: 6.5. Bravo a chiudere su Barrow con una precisa scivolata, è un autentico motorino lungo le fasce, fino alla fine.

Pellegrini: 5.5. Si propone più di Mattiello anche se difetta nei cross. In difficoltà sulle sortite di Tomiyasu, è super il sombrero alla Cafu su Soriano. Mezzo punto in meno per il giallo, ingenuo, incassato per aver buttato via la palla. Salterà la gara contro l’Atalanta (Dal 78’ Ionita: 6. Ordinaria amministrazione specie in copertura).

Nainggolan: 6.5. Mette i brividi a Skorupski con un tiro che termina di poco a lato. Da applausi per la capacità di spingere e tornare a difendere. Mette lo zampino nel pareggio di Joao Pedro con un tiro sbagliato che diventa un assist per Simeone.

Joao Pedro: 6. Un suo movimento intelligente genera l’ammonizione di un avversario. Nella ripresa sfiora il gol recuperando palla e tirando forte, trovando l’opposizione del portiere, e colpendo di testa una punizione di Lykogiannis. Per il resto, non si risparmia e corre tantissimo.

Simeone: 7. Sbaglia alcuni movimenti e arriva leggermente in ritardo su un bel pallone di Rog. Ma ha il merito di trovare l’ennesima marcatura, la quarta in quattro match post lockdown, sfruttando al meglio un passaggio-tiro di Nainggolan.

All. Zenga: 6.5. Conferma il 3-4-1-2 che in fase difensiva si tramuta in un 3-5-2. Deve rinunciare dopo venti minuti all’esperienza di Ceppitelli, con il baby Carboni a guidare il reparto arretrato. Perde poi Walukiewicz e Pellegrini ma non demorde. Rischia tremendamente accettando di portare tanti giocatori in area avversaria in occasione delle palle da fermo, eppure la strategia rappresenta la sua filosofia di condurre le partite.

Condividi su:

Seguici su Facebook